Parola del Parroco

DON ROBERTO SPREAFICO

                NUOVO CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE


Innanzitutto esprimo sincera gratitudine per i collaboratori del Consiglio pastorale uscente. Ecco gli esiti delle elezioni  per il nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale. Sono state votate 596 schede, di cui 7 bianche e 7 nulle. Risultano eletti i seguenti dodici candidati, che hanno ricevuto più preferenze (tra parentesi l’anno di nascita).

Porro Antonietta (1956): 189 preferenze

Riboldi Anna (2006): 106 preferenze

Gestori Roberto (1970): 180 preferenze

Arienti Luisa (1963): 97 preferenze

Prada Laura (1966): 143 preferenze

Porro Gabriella (1954): 92 preferenze

Vatti Giovanni (2003): 132 preferenze

Lanzani Nicoletta (1969): 91 preferenze

Bellani Daniela (1998): 112 preferenze

Filosa Francesco (1990): 90 preferenze

Bertin Raffaella (1968): 109 preferenze

Gargioni Giuliano (1959): 89 preferenze

     Alcune considerazioni.

  1. I candidati erano 32 per 12 posti, segno di una grande disponibilità a mettersi al servizio della Comunità. In alcune parrocchie della Diocesi non si è votato, perché il parroco ha nominare direttamente coloro che – a fatica – era riuscito a convincere per raggiungere il numero di consiglieri.
  2. La quantità di schede votate rispecchia il numero di coloro che frequentano la s. Messa, che sono dunque meno di un decimo di coloro che risiedono in Parrocchia e una frazione assai minoritaria di coloro che si dichiarano cristiani cattolici (ad esempio i genitori che mandano i figli a catechismo).
  3. Alcuni dei venti consiglieri che non sono stati eletti, hanno già altri incarichi in Parrocchia, e in alcuni casi sono già in altri organismi di “consiglio”, come il Consiglio dell’oratorio o la Commissione liturgica. Molti sono stati contattati per dar vita a una nuova commissione – chiamiamola per ora “evangelizzazione e cultura” – che si occuperà del rapporto tra la parrocchia e la vita dei parrocchiani, fuori dalle proposte liturgiche, cioè partendo dagli ambiti di vita (lavoro, cultura, sport, divertimento, aspetti sociali e politici…).
  4. Nel precedente Consiglio ero tra i più giovani (anzi in tutte le sessioni ero il più giovane dei presenti). Invece la media di età dei nuovi consiglieri è esattamente la mia età, pur non essendoci nessun mio coetaneo. Non ho pregiudizi nei confronti dei meno giovani, anzi apprezzo molto la saggezza di chi è esperto. Tuttavia, nel “cambiamento d’epoca”, è giusto non soltanto dar voce e responsabilità ai giovani (cioè favorire un ricambio che risulta faticoso spesso per il disimpegno dei giovani e a volte per le chiusure dei meno giovani), ma soprattutto creare interazioni tra le generazioni.

         La prima sessione del rinnovato consiglio sarà mercoledì 26 giugno e             presto si definirà e si riunirà la nuova commissione: grazie a tutti!                    Buon lavoro nel discernere la volontà del Signore!

                                                         don Roberto

 

 

don Roberto Spreafico

C.F. 83002600159 P.IVA 07610160967

Via Speroni, 6, 20825 Barlassina MB.